Il sogno trae il suo vocabolario dall’inconscio le cui comunicazioni
“(….) sono della più grande importanza per colui che sogna e non potrebbe essere altrimenti, dal momento che l’inconscio costituisce almeno la metà del suo essere totale e di frequente gli offre consigli che non potrebbe ottenere da nessun’altra fonte.”
– John Freeman, introduzione a “L’uomo e i suoi simboli” di C.G. Jung

Gli incontri che proponiamo alterneranno modalità di analisi dei sogni di derivazione junghiana e drammatizzazioni di impostazione gestaltica. In particolare associeremo al racconto onirico la visione di Pearls secondo cui il sogno oltre ad essere narrato deve essere anche agito:la persona diventa la parte o le parti del proprio sogno e queste parti prendono voce e forma diventando in tutto e per tutto quella data fenomenologia sognata, permettendo alla persona stessa di agire e integrare parti di sè rimaste inconsce.

Conducono
Daniela Grenzi Psicoterapeuta ad indirizzo junghiano
Sonia Venturini psicologa ad indirizzo umansitico integrato

per info e iscrizioni

CAT Centro Armonico Terapeutico Campogalliano

Segreteria centro armonico terapeutico

tel. 059 851610-info@centrocat.it

inizia qui
Una info al volo?
Ciao! Se hai bisogno mandami un messaggio senza impegno